FANDOM




Alfonso "Cappello d'Oro" Bedoya
17-0
Informazioni generali
Nome originale:Golden Hat
Specie:Cane antropomorfo
Genere:Maschio
Residenza:Messico
Creato da:Don Rosa
Fumetti
Debutto in:I Tre Caballeros cavalcano ancora
Parenti più stretti:
  • Rosa (fidanzata)


Alfonso "Cappello d'Oro" Bedoya è un bandido messicano, antagonista de I Tre Caballeros cavalcano ancora.

Aspetto

Cappello d'Oro è un canide antropomorfo, ma molto più simile ad un umano che a un cane, infatti ha solo il naso tartufato: ha la carnagione abbronzata dal sole messicano, folte sopracciglia, capelli mossi neri e un grande paio di baffoni; veste con una camicia che tiene annodata in fondo, pantaloni e stivali da vaquero, un gilet, un fazzoletto annodato attorno al collo e in testa il corpicapo da cui prende il soprannome: un vistoso sombrero giallo dorato. Alla cinta porta un machete e una rivoltella.

Carattere

Cappello d'Oro è un vero e proprio bandito messicano, crudele, avido e senza scrupoli, disposto anche ad uccidere pur di raggiungere i propri scopi. È anche geloso e possessivo e molto irascibile, tuttavia sembra riservare un certo affetto verso Rosa, al sua fidanzata, l'unica persona da lui non minacciata. Il fuorilegge ha un suo tipico intercalare: "Non ho X. Non so che farmene di X!" dove X è un oggetto che varia a seconda del contesto. Sfuggente ai tipici Canoni Disney, Cappello d'Oro è un aperto omicida, caratteristica non insolita nei fumetti di produzione donrosiana.

La sua irascibilità è il suo più grande punto debole, facendogli perdere la lucidità mentale e commettere errori anche gravi (tra cui quello che lo sconfiggerà definitivamente).

Storia

Cappello d'Oro fa la sua prima e finora unica comparsa in I Tre Caballeros cavalcano ancora: dapprima tenta di eliminare José Carioca, reo di aver sedotto la sua fidanzata Rosa, poi va ad inseguire Panchito Pistoles per sottrargli un prezioso tesoro perduto: trovatolo assieme a José e Paperino, ruba loro l'argento trovato e fugge a bordo di un treno. I Tre Caballeros lo inseguono e affrontano in un rocambolesco scontro nel bel mezzo del quale il macchinista stacca i vagoni, lasciandoli precipitare lungo un monte verso un precipizio. Alla fine, tra coraggio e colpi di fortuna, Cappello d'Oro viene fatto volare via dall'ombrello di José e precipita dritto in cella, sconfitto.

Curiosità

  • Il nome completo di Cappello d'Oro compare solo nell'avviso di taglia letto da Paperino; l'unica a non chiamarlo per soprannome è Rosa.
  • Cappello d'Oro è un fan di Zorro: lo si può vedere guardare una puntata nella camera d'albergo.
  • Il desperado sembra essere ambidestro: contro José agita il machete e spara con la sinistra, mentre sul treno alterna le due mani.
  • Cappello d'Oro tiene sempre gli occhi chiusi: le uniche volte che li apre sono alla vista dell'argento e quando Paperino lo punge col cactus.
  • Quando Cappello d'Oro ricarica la pistola, Don Rosa la disegna col tamburo basculante di lato: questo è un errore, dato che quell'arma (riprodotta dettagliatamente) non ne è capace.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.