FANDOM


  • Bum Bum e la leggenda del Ghigno de Oro
  • Commenti



Bum Bum e la leggenda del Ghigno de Oro
Bum Bum e la leggenda del Ghigno de Oro
Informazioni generali
Codice Inducks:I TL 2837-5
Sceneggiatura:Corrado Mastantuono
Disegni:Corrado Mastantuono
Prima uscita:13 aprile 2010
La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:37
Lingua originale:italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



Bum Bum e la leggenda del Ghigno de Oro è una storia scritta e disegnata da Corrado Mastantuono, pubblicata per la prima volta sul numero 2837 di Topolino.

Trama

Topo 2837-119

Paperino e Archimede giocano nella squadra locale di calcio, gli Statici, e sono ultimi nel campionate dilettanti dopo 10 giornate. Guardando un vecchio articolo (incorniciato) sulla Paperopolese, Paperino deve mettere da parte il sogno di imitare i suoi idoli. A peggiorare il turto, arriva Archimede a dirgli che uno dei loro ha il mal di denti e serve un sostituto a poco tempo dalla prossima partita. Paperino ha un idea che non piace per niente all'inventore: chiamare Bum Bum Ghigno!. Convincedolo che tanto starà solo in panchina, i due trascinano Bum Bum al campo di calcio. Dopo poco tempo, la squadra è sotto di due reti e un giocatore viene ferito da un ape. L'allenatore è così costretto a fare entrare Bum Bum, ma presto se ne pente. Bum Bum infatti è talmente imbranato col pallone dal causare la sconfitta per gli Statici per 9 reti (2 segnate da lui stesso). Dopo la partita, Paperino ed Archimede criticano aspramente l'amico per il suo pessimo gioco anche per novellino. Ma la loro rabbia si trasforma in grasse risate quando Bum Bum sostiene di aver già giocato a calcio in passato ed essere stato un campione acclamato. Bum Bum racconta così la sua storia.

Molti anni prima, nel campionato cadetto, Bum Bum fu notato dall'allenatore dell'Atletico Paper quando, mentre stava facendo un lavoro nella loro sede, salvò una signora dal prendersi una pallonata mostrando una gran maestria nel controllo del pallone. L'allenatore ed il presidente lo convinsero ad entrare in squadra sebbene non avrebbe potuto giocare subito avendo bisogno di allenarsi ed irrobustirsi. Tuttavia, alla prima partita in pachina, l'Atletico Paper si trovava sotto di 4 reti e coi giocatori migliori infortunati. L'allenatore si trovò costretto a fare entrare Bum Bum pur non essendo pronto. Ma Bum Bum cominciò a prendere confidenza col pallon e, tra dribbling e palleggi veloci, dimezzò lo svantaggio e nel secondo tempo la partita fu ribaltata e vinta.

Topo 2837-143

Bum Bum continuò a condurre la squadra ad altre vittorie guadagnadosi l'attenzione della stampa che lo soprannominò il Ghigno de Oro. Gli si presentò anche l'agente Bill Canasta che lo convinse ad asumerlo come procuratore procurandogli interviste e contratti con sponsor facendolo diventare famoso. Bum Bum scoprì presto però i probelemi causati dalla fama: fan assillanti, gli insulti dei tifosi avversari, le marcature sempre più agressive e il dover rispettare gli impegni con gli sponsor senza un attimo riposo. Inoltre, a causa delle manovre del suo procuratore, si sparse la voce che stava per chiedere il trasferimento ad un altra squadra e la cosa gli procurò l'ostilità dei compagni. Prima dell'ultima giornata del campionato con la partita decisiva contro l'Olimpic Shark, Bum Bum subì persino una minaccia dalla malavita che aveva scommesso su di lui.

Arrivò così il giorno della partita e, nonostante la stanchezza ed i fallacci avversari, Bum Bum portò la squadra sul 2-1 nel primo tempo. E nel secondo fece un bellissmo gol in rovesciata prima di svenire del tutto per lo stress. Ripresosi, iniziò incredibilmente a giocare malissimo peggio di un dilettante come se il suo talento fosse svanito. L'Atletico Paper riuscì a evitare il pareggio per un pelo vincendo il campionato cadetto. E Bum Bum si ritirò dal calcio.

Topo 2837-153

Paperino ed Archimede non credono ad una sola parola del racconto non avendo mai sentito parlare di lui ed inoltre l'inventore si ricorda che Ghino De Oro era un giocatore vero a cui l'amico ha rubato il nome. Ignorando le spiegazioni di Bum Bum, i due tornano al garage di Paperino. Quando però il papero fa cadere il quadro con l'articolo sulla Paperopolese, rimangono sconcertati nel leggere sul retro un articolo che parla di Bum Bum confermando la sua storia. Nel frattempo, Bum Bum gioca con delle arance e si scopre che in realtà non ha mai ha perso davvero il suo talento.

Pubblicazioni italiane

  • Topolino 2837 (2010)
  • Disney d'autore 3 - Corrado Mastantuono (2013)
  • Topo Goal 4 - Topolino Gol 3 (2014)
  • Topo Goal 7A - Cofanetto Topolino Gol (2014)
  • Paper Sport - I campioni del fumetto 6 - Paperoga e l’equitazione (2017)
  • Speciale Disney 81 - Topolino Extra Edition (2018)
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.