FANDOM


P011013 18.35
Attenzione3
Questa è la recensione personale di un utente
Se vuoi approfondire visita l'articolo specifico di questa storia

Cuori nello Yukon , capitolo 8bis della Saga di Paperon de' Paperoni  , è uno dei più importanti esempi di come debba essere una vera storia d'amore, anche se in realtà questo sentimento non è concretizzato.

Ho letto un'infinità di storie ma questa è quella che mi ha emozionata e che continua ad emozionarmi di più, dalla prima volta che l'ho letta! 

Qualcuno l'ha definita più simile ad una fan fiction che ad un fumetto vero e proprio, ma viene comunque riconosciuta come uno dei capolavori di Don Rosa , capace di far sorridere con le piccole gag disseminate dappertutto e allo stesso tempo toccare il cuore : si dice anche questa storia non sia accessibile prima dell'entrata nell'adolescenza proprio per la complessità dei sentimenti in essa narrati.

Ultimamente sono stata un po' combattuta tra questa e La prigioniera del fosso dell'agonia bianca ma il podio ho deciso di lasciarlo alla prima, sia per fedeltà e sia perchè ho avuto bisogno di tre letture a distanza di tempo per apprezzare come apprezzo adesso la seconda. 

Cuori nello Yukon analizza meravigliosamente gli stati d'animo di Paperone e Doretta , i due cuori più freddi dello Yukon che cercano di fondersi in uno solo.*

Personalmente mi piace tantissimo il personaggio di Doretta : è davvero bellissima ( anche se so che sto parlando di una papera antropomorfa ) ed ha un carattere molto forte. Inoltre la sua formosità, estremamente accentuata dal Don che non manca mai di sottolineare il suo seno più che generoso, è quasi un'eccezione nell'universo disney in cui le forme femminili almeno nei fumetti sono a malapena accennate, ad eccezione di personaggi più antropomorfizzati come ad esempio Lyla Lay o Kay K in tempi più recenti.

Anche Paperone da giovane ha un suo perchè, specialmente in quel particolare periodo della sua vita nonchè il più importante, ovvero quando fa il cercatore d'oro nel Klondike.

Non potrei immaginare due personalità più diverse : lei un'apparentemente frivola ballerina, lui un rude e solitario cercatore. Paperone descrive così Doretta Doremì ai nipotini in Zio Paperone e la Stella del Polo : Aveva gli occhi splendenti come stelle e il suo cuore era freddo come il ghiaccio della tundra, il solo ghiaccio vivo che avessi mai visto.

In Cuori nello Yukon Doretta ha fatto ritorno da tempo a Dawson ma è ancora innamorata di Paperone e continua a sperare che prima o poi lui torni da lei ma non sa come fare... Così, quando gli abitanti di Dawson denunciano Paperone a Samuel Steele ( il colonnello capo delle Giubbe Rosse venuto appositamente a rimettere ordine nella turbolenta cittadina ) pur di liberarsene una volta per tutte, Doretta coglie la palla al balzo : Steele informa che bisogna accusare formalmente Paperone e invita a mettere una firma scritta sulla denuncia ma loro sono troppo codardi per firmare, permettendo così a Doretta di farsi avanti, usando come scusa il suo precedente rapimento.

E' consapevole del fatto che in questo modo Paperone rischia di perdere la concessione ma in realtà lei non vuole questo, è solo un escamotage per potersi confrontare ancora una volta con lui.

Il sottoposto del colonello Steele va a consegnare la denuncia direttamente a Paperone, il quale va su tutte le furie e vuole sistemare per le feste l'artefice, ma non appena scopre che è Doretta rimane come pietrificato.

Si lancia in una folle corsa in mezzo alla neve, deciso a parlare con Doretta per risolvere la questione, ma c'è anche un altro motivo per la sua determinazione, anche se non vuole ammetterlo neanche a se stesso.

Lo vediamo sprofondare nella neve, vittima di una tempesta, quasi del tutto assiderato, con in testa nient'altro se non Doretta, l'unico pensiero che gli impedisce di non mollare del tutto.

Arriviamo alla divertente sequenza in cui Paperone la sogna trasformata in renna e in cui scambia per Babbo Natale il lappone mandato a rifornire di viveri Dawson colpita dalla carestia e, dopo aver depistato lo stesso Steele ed i suoi stravaganti motti, alla quadrupla col Bolla d'Oro in fiamme, in cui Doretta superba da sopra il palco guarda altezzosa Paperone, si potrebbe stare ore a contemplarla.

Dato che lui continua a fissarla ostinato senza muoversi, Doretta fa finta di svenire per provocare una reazione in lui e ci riesce : si precipita a soccorrerla e sembra che sia in punto di dichiararle il suo amore ma non fa in tempo perchè un blocco di acqua ghiacciata fuoriuscita dalla pompa di un pompiere lo colpisce alla nuca facendogli perdere i sensi.

Così tocca alla stessa Doretta salvarlo dall'incendio, ma fa in modo che si pensi che sia stato lui a salvare lei, stendendosi sopra le sue braccia aperte per dare l'impressione che l'avesse portata fuori in braccio prima di svenire.

Peccato che poi venga portata via urlante da un gruppo di operatori della croce rossa nel mentre che il colonnello Steele, colpito dall'evidente coraggio di Paperone, gli riconferma la concessione.

Dopodichè Paperone riparte per il Fosso dell'Agonia Bianca, ma nel frattempo che è in viaggio gli viene recapitata una lettera di una sempre più angosciata Doretta.

Il plot del racconto si concentra tutto nelle ultime quattro vignette, che racchiudono tutta la sofferenza ed il rimpianto dei due protagonisti, con gli sguardi che si cercano immaginari, ad appena una vignetta di distanza.

Doretta viene punzecchiata dalle amiche che sospettano che provi qualcosa per Paperone, ma lei nega per l'ennesima volta e intanto pensa che lui saprà che in realtà le cose stanno diversamente non appena avrà letto la sua lettera, saprà... Eppoi tornerà da me.

Nello stesso momento Paperone tormenta con le mani la lettera, combattuto se aprirla o meno, sembra quasi ci stia pensando : Forse è il caso di fingere di credere che in questo triste mondo ci sia una persona che potrei... Che posso...

Amare. Il verbo che manca che va ad aggiungersi automaticamente che ancora non trova la forza di pronunciare e di pensare.

Doretta lo guarda da lontano dalla finestra della sua camera al Bolla d'Oro e Paperone dalla sommità della collina fa lo stesso, quasi a voler guardare cosa sta lasciando indietro.

Piccolo appunto : ho sempre creduto che Paperone guardasse in un punto meno imprecisato per cercare l'edificio, poi l'ultima volta ho notato la lucina della finestra del saloon accesa e mi sono quasi commossa... è questo il bello delle storie di Don Rosa, non finisci mai di notare nuovi dettagli nonostante tu pensi ormai di conoscere le sue storie molto bene.

Infine Paperone abbandona la lettera nella neve senza leggerla, chiudendo consapevolmente le porte ad un nuovo futuro, ad una vita migliore, ricca, piena e felice da trascorrere insieme al suo unico vero amore.

Il contenuto della lettera non ci sarà mai dato saperlo... Ma gira la leggenda che Doretta fosse incinta di Paperone, anche se la notizia non è mai stata ufficializzata.
P210813 21.46
Hearts of the Yukon



  







  • Cit Papersera
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.