FANDOM



Beato Angelico
PKNA 31
Copertina
Informazioni generali storia lunga
Codice Inducks:I PKNA 31-1
Sceneggiatura:Davide Catenacci
Disegni:Lorenzo Pastrovicchio
Inchiostri:Alessandro Pastrovicchio
Prima uscita:1 luglio 1999
Casa editrice:Walt Disney Italia
Lingua:Italiano
Pagine:62
Personaggi storia lunga
Personaggi principali:
Nuovi personaggi introdotti:
Storia breve
Titolo:Linea piatta
Codice Inducks:I PKNA 31-2
Miniserie:Io sono Xadhoom
Sceneggiatura:Tito Faraci
Disegni:Fabio Celoni
Protagonista:


"Qual è la merce più preziosa del pianeta? A ben pensarci, la risposta è semplice. Io la conosco, ma non penso di essere l’unico. Sono le informazioni, vere o false che siano."
Eric Mitchell

Beato Angelico è un episodio della serie PKNA, scritto da Davide Catenacci, disegnato da Lorenzo Pastrovicchio e apparso per la prima volta nel luglio 1999 sul numero 31 della rivista omonima.

TramaModifica

PK e Uno stanno indagando sulle attività di Last Echo, una società segreta che ha per simbolo una clessidra e il cui scopo è raccogliere e rendere pubbliche le informazioni riservate; fra i suoi affiliati c’è anche Eric Jefferson Mitchell, il superiore di Mary Ann Flagstarr alla PBI.

Nei giorni successivi, un misterioso informatore, che si firma Beato Angelico, invia per posta elettronica al cinico Angus Fangus alcuni documenti che accusano Mary Ann Flagstarr e il suo collega Nimrod di avere tenuto nascosti degli avvistamenti alieni.[1]

Il giornalista solleva la questione durante una conferenza stampa e, in seguito, rende pubblica una foto di Xadhoom; Mitchell, dopo una difesa di facciata, sospende dal servizio Mary Ann e Leonard e li mette sotto inchiesta.  In realtà, Beato Angelico è proprio Mitchell, che ha usato le informazioni raccolte presso la Last Echo per fermare un’indagine dei due agenti sui suoi traffici di notizie.

Pk e Uno seguono attentamente gli avvenimenti, attraverso la rete informatica, ma senza intervenire; anzi PK dissuade Ziggy dall'aiutare la sorella. Poi, al momento giusto, PK lascia sulla scrivania di Angus una busta, firmata Beato Angelico, con l’indirizzo di una fabbrica abbandonata; il kiwi vi si reca subito, accompagnato da un operatore e seguito a ruota da Pk e da Mary Ann con Nimrod. Nel luogo indicato, Angus riprende Mitchell a colloquio col maestro della Last Echo. Scoperto e inseguito dalle guardie del corpo di Mitchell, riesce a fuggire, grazie all'intervento di PK e dei due agenti fedeli, e può rendere pubbliche le deviazioni del corrotto dirigente della PBI.

Mitchell è arrestato e destituito; Mary Ann e Nimrod sono reintegrati ai loro posti; la Last Echo abbandona Paperopoli, dopo aver distrutto la sua sede; le immagini di Xadhoom che Mitchell, subito prima dell’arresto, era riuscito a spedire via Internet vengono intercettate e fatte sparire da Uno.

Storia Breve: Linea piatta Modifica

Primo episodio della nuova serie di racconti brevi Io sono Xhadoom, caratterizzata da un estremo sperimentalismo grafico.

Xhadoom combatte senza successo contro un incrociatore evroniano in metallo organico, e quindi in grado di assorbire i colpi rigenerandosi. L'eroina allora si lascia catturare, fingendosi morta, e può distruggere l’astronave dall'interno.

AnalisiModifica

La storia è quasi un pendant a Virus, con cui ha in comune il tema del segreto di stato, la presenza dei due fratelli Flagstarr e la morale ambigua. Paradossalmente, qui sono i “cattivi” (Mitchell e la Last Echo) a voler diffondere la verità e i “buoni” (Pk e Uno) a volerla nascondere. Anche il comportamento di Pk verso l’amica Mary Ann, usata sostanzialmente come esca, appare insolitamente machiavellico; si capisce perché, alla fine dell’episodio, l’agente rifiuti di stringere la mano all'eroe mascherato.

Un altro paradosso riguarda Angus: qui è lui, tradizionalmente scettico riguardo agli extaterrestri, a rendere pubblica la foto che prova l’esistenza di Xhadoom. Nel finale, comunque, dirà di averla sempre considerata un fotomontaggio, senza riconoscere nell’aliena la dottoressa Xado, con cui ha avuto una breve avventura galante.

CuriositàModifica

  • In appendice, sono pubblicate due schede su Mitchell e sulle scalcinate attrezzature usate dalla Last Echo per raccogliere dati.
  • Apprendiamo che la sede della PBI è Quacktico (allusione a Quantico, nella realtà sede dell'Accademia dell'FBI).
  • Insolitamente, qui ad affiancare Angus non è Camera 9 ma un altro video operatore, più giovane.

Pubblicazioni italianeModifica

Storia principaleModifica

Storia secondariaModifica

NoteModifica

  1. Si fa riferimento all’albo Stella cadente, dove Mary Ann tiene nascosta l’esistenza di Xadhoom


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.