FANDOM



Giovanimarmotte Questa voce è stata eletta voce del mese nell'aprile 2020!
Naturalmente gli interventi per completarla e migliorarla sono sempre i benvenuti!


Arrivano i mostri!
Universo PK
Informazioni generali
Codice Inducks:I PKA 16-1
Sceneggiatura:Tito Faraci
Disegni:Vitale Mangiatordi
Prima uscita:6 gennaio 2014

Paperinik Appgrade #16

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:20
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Panini Comics



Arrivano i mostri! è il primo episodio della miniserie Universo PK, scritto da Tito Faraci e disegnato da Vitale Mangiatordi. È stato pubblicato per la prima volta il 6 gennaio 2014 su Paperinik Appgrade #16.

La miniserie è una rivisitazione in taglio comico delle avventure storiche di PKNA, ma affrontate dal semplice Paperinik, privo dell'aiuto di Uno e dell'inespugnabile Ducklair Tower.[1] Nello specifico questo episodio ricalca lo storico numero #0 Evroniani con cui venne lanciata la serie PKNA - Paperinik New Adventures.

Trama

La storia presenta lo stesso inizio di "Evroniani",il primo numero di Paperinik New Adventures,con l'incontro tra Paperinik e una coppia di coolflames. In vero spirito da What If,invece di incontrare Uno, Paperinik va a cercare l'aiuto di Archimede,creando una versione alternativa della storia.

Durante l'abituale giro di ronda Paperinik ode una richiesta di soccorso e immediatamente raggiunge la vittima. Con sua grande sorpresa non si tratta dei soliti malviventi paperopolesi, ma di due strane creature aliene con la testa avvolta da fiammelle azzurre. Sono due coolflames. Paperinik, dopo un momento di indecisione, cerca di attaccare i suoi avversari, ma ogni suo intervento tentativo è inutile: le sue armi sembrano essere totalmente inutili. Intanto John Smith il paperopolese vittima dei coolflames avvisa la Polizia, che si precipita immediatamente in aiuto di Paperinik, ma non è più necessario. Un evroniano, un alieno viola a bordo di un disco volante recupera i due coolflame e fugge via.

Paperinik è molto preoccupato e si reca subito da Archimede, ma anche l'inventore ha scoperto che un potente esercito alieno è fermo in orbita geostazionaria pronto ad attaccare la Terra. Attraverso un visore multidimensionale regolato su una dimensione alternativa, Archimede mostra a Paperinik cosa accadrebbe se gli evroniani attaccassero la Terra: l'intera umanità verrebbe coolflamizzata e resa schiava di questi parassiti cosmici.
L'unica speranza di contrastare l'invasione è chiedere aiuto a Paperon de' Paperoni e al suo capitale, che accetta di unirsi a loro.

Intanto nella fascia d'asteroidi che separa Marte da Giove a bordo di una base geostazionaria il soldato Agron fa il suo consueto rapporto al temibile generale Zondag, che è molto deluso per come lui e i suoi coolflames abbiano fallito una semplice azione di prova. Tuttavia la punizione è sospesa finché le truppe di Evron non abbiano trovato il terrestre mascherato e l'abbiano assorbito.
Poco dopo, mentre Archimede sta mostrando gli accorgimenti tecnici aggiunti alla 313, Paperone li avverte che il Deposito si trova sotto attacco.

Riferimenti a PKNA #0

La storia è stata ricalcata su Evroniani il numero #0 della serie Paperinik New Adventures. Faraci ha inserito espliciti riferimenti grafici e semplici accenni a questo albo.

Arrivano i mostri

Confronto di una scena tra PKNA#0 e Arrivano i mostri

  • Paperinik si trova sul cornicione di un grattacielo a pattugliare Paperopoli, ma anziché essere una figura minacciosa e tenebrosa è solamente intirizzito dal freddo.[2]
  • Paperinik è molto sorpreso di scoprire che la persona attaccata dai coolflames non è Paperilla Starry, la diva di Patemi salvata in PKNA #0, ma un banale e anonimo John Smith.[3]
  • Il combattimento con i coolflames è molto simile a quello originale di PKNA #0. Paperinik scopre che le sue armi sono inefficaci e si fa aiutare dalla Polizia, il cui intervento disorienta i suoi avversari, che fuggono assieme a un guerriero evroniano a bordo di un disco individuale.[4]
  • Il colloquio tra Agron e Zondag, il generale evroniano a capo della spedizione contro la Terra, è simile a quello originale.
  • Così come Uno in PKNA #0/3 Xadhoom!, anche Archimede fornisce una nuova vettura a Paperinik. Questa volta non si tratta della Pi-kar, ma di una versione potenziata della 313-X.
  • Paperinik propone di scrivere sul cofano della sua automobile solo la sigla PK anziché il suo nome per esteso.

Pubblicazioni italiane

Note

  1. [1] Intervista a Tito Faraci - Paperinik Appgrade #16 pag.31
  2. [2] Seconda tavola di "Arrivano i mostri"
  3. [3] Quarta tavola di "Arrivano i mostri"
  4. [4] Quinta tavola di "Arrivano i mostri"
Storia precedente Arrivano i mostri Storia successiva
- 6 gennaio 2014 Dura è la notte

Dura è la notte


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.