FANDOM



Angelica
Angelica2
Informazioni generali
Residenza:regno dei Circassi
Data di nascita:imprecisata (Medioevo)
Data di morte:imprecisata
Prima apparizione:Paperin furioso (1966)
Creato da:Luciano Bottaro
Famiglia
Coniuge:Ciccio lo scudiero
Parenti:


  • Re dei Circassi (padre)



"Indietro, mostro! Il re mio padre manderà un esercito a liberarmi!"
Angelica al Mago Basilisco

Angelica è un personaggio del mondo dei paperi, apparso per la prima e unica volta nella storia Paperin furioso di Luciano Bottaro. È sosia di Paperina e potrebbe essere un'antenata dei paperi moderni, anche se la circostanza non è chiarita.

StoriaModifica

Angelica, figlia del re dei Circassi, viene rapita dal perfido Mago Basilisco, che intende sposarla non tanto perché innamorato di lei quanto per impadronirsi di una ricchissima dote. Il mostro intende tenere la principessa prigioniera nel suo tetro castello finché lei non acconsenta alle nozze.

Paperino il Paladino, informato della prigionia di Angelica, tenta in tutti i modi di salvarla: inizialmente cade in una trappola del mago, ma poi, con l'aiuto di Nocciola, riesce a neutralizzare il pericoloso avversario e a far saltare in aria l'intero castello.

Angelica, fortunatamente salva, si imbatte casualmente in Ciccio lo scudiero (che non aveva preso parte in nulla all'impresa del suo padrone) e si convince in buona fede che sia stato lui a liberarla, tanto da innamorarsi di lui. Nello stesso momento sopraggiunge il re padre di Angelica, che, altrettanto persuaso dell'eroismo di Ciccio, lo invita a sposare la principessa e a diventare l'erede al trono dei Circassi, titolo che comporta anche una cospicua rendita.

Ciccio, a onta della fedeltà che dovrebbe a Paperino il Paladino, accetta senza esitare e si limita a lasciare una lettera di spiegazioni al suo padrone: quest'ultimo, folle di rabbia, diventa Paperin furioso.

Si noti che la vicenda di Paperin furioso è vissuta dal Paperino moderno in seguito a un incantesimo operato da Nocciola: resta imprecisato se il papero abbia vissuto vicende realmente svoltesi nel Medioevo dei paperi o abbia immaginato tutto, compresa l'esistenza di Angelica.

CaratteristicheModifica

Angelica è identica alla Paperina moderna, se non per l'abbigliamento, adeguato al periodo in cui vive: indossa un abito con corpetto e lunga gonna, e in testa ha un enorme cappello a cono dalla cui punta pende un velo. Nell'insieme la sua immagine, soprattutto data la presenza del cappello, è molto simile a quella di altre papere medievali quali Margherita o Francesca da Polenta.

Caratterialmente non è ben definita, e non ha la maliziosa volubilità dell'Angelica ariostesca di cui dovrebbe essere la controparte nella parodia: si limita a svolgere il ruolo stereotipato della "damigella in pericolo" che aspetta passivamente di essere salvata. La scarsa originalità del personaggio e della sua funzione narrativa è però riscattata dal finale assolutamente inaspettato, in cui Angelica si innamora dello scudiero Ciccio e si risolve a sposarlo.

Questo spunto permette un certo parallelismo con il poema di Ariosto (in cui Angelica snobba sia Orlando che Rinaldo, preferendo loro il pagano Medoro e rendendo Orlando folle di rabbia) ma ripete anche lo schema di Paperino il Paladino, in cui Paperino, malgrado i suoi sforzi, non riesce a conquistare la protagonista femminile di cui si innamora[1].

CuriositàModifica

  • Mentre l'Angelica dell' Orlando furioso è principessa del Catai (ossia l'attuale Cina), il personaggio Disney appartiene alla stirpe dei re dei Circassi, popolo del Caucaso noto nell'antichità per la bellezza delle sue donne.

NoteModifica

  1. Lo stesso motivo tornerà molti anni più tardi anche in Paperino e Paperotta, sempre di Bottaro; non a caso le storie sono state in seguito classificate come appartenenti allo stesso filone, il cosiddetto Ciclo paperingio.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.