FANDOM


m
Riga 1: Riga 1:
{{Scheda autore}}{{Template:Wikipedia}}{{Abbozzo}}
+
{{Scheda autore}}{{
 
{{Template:Autori-infobox
 
{{Template:Autori-infobox
 
|nome = Andrea Freccero
 
|nome = Andrea Freccero
Riga 12: Riga 12:
 
}}
 
}}
   
'''Andrea Freccero''' (Genova, 1968) è un disegnatore del noto fumetto [[Topolino (fumetto)|Topolino]] .
+
'''Andrea Freccero''' (Genova, 4 marzo 1968) è un disegnatore italiano del noto fumetto [[Topolino (fumetto)|Topolino]] .
 
==Carriera alla Disney==
 
==Carriera alla Disney==
Arrivò alla [[Disney]] nel 1989 ed esodirsce con la storia <span style="font-style: italic;">Topolino e il "grosso" caso</span>, sceneggiata da [[Carlo Panaro]] e pubblicata sul numero 1775 di Topolino.
 
   
È l'ideatore dei personaggi di [[Timoteo Piccione]] e [[Anacardo Mitraglia]].
+
Arriva alla [[Disney]] nel 1989 ed esordisce con la storia <span style="font-style: italic;">Topolino e il "grosso" caso</span>, sceneggiata da [[Carlo Panaro]] e pubblicata sul numero 1775 di Topolino. Nel 1992 inizia il suo lavoro di copertinista disegnando la copertina dell'albo ''Topolino presenta Qui, Quo, Qua e il soccorso ...come si deve''. Nel maggio 2013, sui testi di [[Marco Bosco]], disegna [[Paperinik e la grande caccia alla numero 3000]], pubblicata su [[Topolino 3000]]. Andrea Freccero è anche uno dei disegnatori più assidui delle storie di [[DoubleDuck]] ed ha collaborato alla saga [[Storia e gloria della dinastia dei paperi]] disegnando due episodi parapolimeni.
   
Nel 1992 inizia il suo lavoro di copertinista disegnando la copertina dell'albo ''Topolino presenta Qui, Quo, Qua e il soccorso ...come si deve''. Successivamente dal 2010 gli vengono affidate le copertine de [[I Classici Disney]] e dal 2012 quelle di [[Paperinik Appgrade]]. Inoltre disegna copertine anche per numerose testate Disney straniere.
+
Tra le sue opere principali, spiccano numerose copertine, tra le quali, dal 2010, quelle de [[I Classici Disney]] e dal 2012 quelle di [[Paperinik Appgrade]]. Inoltre disegna copertine anche per numerose testate Disney straniere e per la testata [[Tesori Disney]]. Nella sua carriera ha collaborato alla creazione dei personaggi di [[Timoteo Piccione]] e [[Anacardo Mitraglia]].
 
Freccero è uno dei disegnatori più assidui delle storie di [[DoubleDuck]].
 
 
Nel maggio 2013 Andrea Freccero, sui testi di [[Marco Bosco]], disegna [[Paperinik e la grande caccia alla numero 3000]], pubblicata su [[Topolino 3000]].
 
 
Tra le sue copertina, spiccano quelle per la testata [[Tesori Disney]].
 
 
Freccero ha anche disegnato due episodi parapolimeni di [[Storia e gloria della dinastia dei paperi]]
 
   
 
== Collegamenti esterni ==
 
== Collegamenti esterni ==

Revisione delle 09:10, mag 2, 2014


{{

Andrea Freccero
Freccero
Informazioni generali
Nazionalità:Italiana
Data di nascita:1968 (Genova)
Campi:Disegnatore
Prima storia:Topolino e il "grosso" caso (Topolino 1775)
Lavori
Personaggi creati:
Vita privata


Andrea Freccero (Genova, 4 marzo 1968) è un disegnatore italiano del noto fumetto Topolino .

Carriera alla Disney

Arriva alla Disney nel 1989 ed esordisce con la storia Topolino e il "grosso" caso, sceneggiata da Carlo Panaro e pubblicata sul numero 1775 di Topolino. Nel 1992 inizia il suo lavoro di copertinista disegnando la copertina dell'albo Topolino presenta Qui, Quo, Qua e il soccorso ...come si deve. Nel maggio 2013, sui testi di Marco Bosco, disegna Paperinik e la grande caccia alla numero 3000, pubblicata su Topolino 3000. Andrea Freccero è anche uno dei disegnatori più assidui delle storie di DoubleDuck ed ha collaborato alla saga Storia e gloria della dinastia dei paperi disegnando due episodi parapolimeni.

Tra le sue opere principali, spiccano numerose copertine, tra le quali, dal 2010, quelle de I Classici Disney e dal 2012 quelle di Paperinik Appgrade. Inoltre disegna copertine anche per numerose testate Disney straniere e per la testata Tesori Disney. Nella sua carriera ha collaborato alla creazione dei personaggi di Timoteo Piccione e Anacardo Mitraglia.

Collegamenti esterni

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.