FANDOM



Anderville
MMMM 00
Informazioni generali
Codice Inducks:I MM 0-1
Sceneggiatura:Tito Faraci
Disegni:Giorgio Cavazzano
Prima uscita:1 Maggio 1999

Mickey Mouse Mystery Magazine 0

La storia
Personaggi principali:
Numero pagine:64
Lingua originale:Italiano
Casa editrice:Walt Disney Italia



"Tu ad Anderville? No, no, non ce la faresti. Tu hai talento, sei il primo della classe, sei ingegnoso, ma non sei abbastanza cattivo!"
Sonny Mitchell a Topolino

Anderville è l'episodio introduttivo della serie Mickey Mouse Mystery Magazine, scritto da Tito Faraci, disegnato da Giorgio Cavazzano e pubblicato sul numero 0 della rivista nel maggio 1999.

TramaModifica

In un ufficio del 28° distretto di polizia, nella città di Anderville, Topolino racconta all'ispettore Jan Clayton gli eventi che lo hanno portato nella città.

Topolino apprende la misteriosa scomparsa di Sonny Mitchell, un suo vecchio amico dei tempi dell'università e proprietario di un'agenzia investiva di cui il topo era, formalmente, socio. Recatosi ad Anderville, con l'intenzione di trattenersi pochi giorni e liquidare l'agenzia, Topolino fa la conoscenza della fidanzata di Sonny, la misteriosa Vera Ackerman, del tassista Burke, di Little Caesar e dei pittoreschi clienti del suo bar. Si guadagna l'ammirazione di questi dando una lezione a Dexter Price, un gangster di bassa lega, tanto piccolo di statura quanto prepotente.

Trovato nell'ufficio di Sonny un pacco destinato al gangster Sam Roscoe, Topolino decide di compiere la commissione al posto dell'amico, ma, ingenuamente, consegna l'involto ai due poliziotti che controllano la casa di Roscoe, credendoli sorveglianti. Anche se il pacco conteneva un semplice oggetto ornamentale, il boss si infuria per lo sgarro e ordina al Professore, uno dei più pericolosi gangster di Anderville, di dare "una delle sue lezioni" a Topolino.

Il Professore fa rapire Topolino e lo minaccia di fargli fare "una gita in fondo alla baia, con due scarpe di cemento"; poi, però, in seguito all'intervento di Vera Ackermann, acconsente a graziarlo, in cambio di un servizio. Dovrà fare arrestare Rud Kaminsky, un sicario professionista, il cui arrivo in città preoccupa la stessa malavita ma che essa non può denunciare senza venir meno al proprio codice d'onore.

Con l'aiuto di Little Caesar e di Burke, Topolino scopre il motivo dell'arrivo di Kaminsky: è stato ingaggiato da Henry J. Lasswell, un corrotto politico e uomo d'affari, per uccidere Bill Sorbo, un altro sicario, incaricato dallo stesso Lasswell di uccidere il procuratore Henry Stanson ma che, arrestato dalla polizia, era diventato un testimone scomodo. Topolino, saputo che Kaminsky ha appuntamento alla stazione con John Smith, un incaricato di Lasswell, per ricevere un puntatore al laser, si sostituisce a John Smith, con l'intento di consegnare il killer alla polizia. L'astuto criminale, però, non cade nella trappola. In un terribile duello fra i binari della stazione, Topolino riesce a sfuggire ai colpi di Kaminsky e a disarmarlo, ma sta per soccombere nella lotta corpo a corpo, quando viene salvato dall'intervento della poliziotta Patty Ballestreros, che arresta entrambi i contendenti.

Finita la sua deposizione, Topolino viene lasciato libero, ma Clayton gli ordina di non lasciare la città, essendo anche lui divenuto un importante testimone contro Lasswell. Topolino decide allora di riprendere il lavoro di Sonny come investigatore privato.

AnalisiModifica

La storia non ha ancora il perfetto meccanismo dei migliori episodi successivi della serie: riesce però, con efficacia, a introdurre il lettore nel mondo noir di Anderville, a presentare i principali personaggi ricorrenti e ad esprimere il disagio di Topolino in una città straniera, con criminali violenti e una polizia non sempre amichevole. In effetti, il nostro eroe qui dà prova di una notevole ingenuità: provoca Dexter Price con delle frasi innocenti ma che il gangster interpreta come allusioni alla sua bassa statura; scatena l'ira di Sam Roscoe per un motivo futile; il suo piano per fare arrestare Kamisky senza ricorrere alla violenza fallisce miseramente. Ogni volta, tuttavia, riesce a cavarsi dai guai, grazie al suo coraggio e all'aiuto dei suoi nuovi amici.

Notevole l'uso in parecchi momenti, di un montaggio cinematografico, non consueto nel fumetto disneyano: si veda lo scontro fra Topolino e Dexter Pryce, che alterna le immagini della lotta con quelle di una partita di baseball trasmessa in televisione, e soprattutto la bellissima sequenza del duello alla stazione (che ne ricorda una analoga del film Gli intoccabili).

IncongruenzeModifica

A pagina 40, il professore ricorda che, quando era giovane, Vera Ackerman gli fu d'aiuto in una situazione difficile. La cosa, però, sembra improbabile, vista l'evidente differenza d'età fra i due.

PubblicazioniModifica

  • Mickey Mouse Mystery Magazine 0 (1999)
  • Mickey Mouse Mistery Magazine - Le origini 1 (1999)
  • Best Sellers Mondadori 1645 - La nera di Topolino, Storie scritte da Tito Faraci (2006)
  • Disney Omnibus 1 - MMMM Vol.1 (2016)
  • Disney Noir 1 - Miss Torple (2018)


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.