FANDOM




Alessandro Sisti
Sisti
Informazioni generali
Nazionalità:Italiana
Codice Inducks:ASi
Data di nascita:7 luglio 1960 (Broni)
Campi:Sceneggiatore
Prima storia:Topolino e il mistero dei satelliti

1982

Lavori
Personaggi creati:
Lavori maggiori:
Vita privata


Alessandro Sisti (Broni, 7 luglio 1960) è uno sceneggiatore italiano delle testate Topolino, PKNA, PK² e PK - Pikappa.

BiografiaModifica

Sisti inizia a collaborare fin dal 1977 allo studio di Gianni Bono[1] e lì rimane fino al 1980. Esordisce sulle pagine di Topolino nel gennaio 1922 con la storia Topolino e il mistero dei satelliti, disegnata da Sergio Asteriti[2].

Dal 1996 lavora alla nuova testa PKNA[3], contribuendo attivamente alla genesi del personaggio di Pikappa e dei suoi personaggi principali. La sua prima storia, e prima in assoluto della testata, è Evroniani[4]. Dopo la chiusura della testata, nel 2000, collabora con cinque storie per la nuova testata PK² e, nel 2009, dopo la chiusura di quest'ultima, con un sceneggiatura per la collana PK - Pikappa. Sisti tornerà alle sceneggiature di un nuovo ciclo dedicato al personaggio in occasione del rilancio della serie nel 2014 in coppia con Claudio Sciarrone. La coppia si alternerà con un altro duo di autori: Francesco Artibani e Lorenzo Pastrovicchio.

Oltre il grande lavoro nella saga di Pikappa, nella sua carriera all'interno della Disney, Sisti ha sceneggiato più di 500 storie[5], dando il suo contributo a parecchie saghe Disney come I bis-bis di Pippo, serie di sua creazione, La nuova storia e gloria della dinastia dei paperi e due storie della Saga di DoubleDuck. Sisti ha anche sceneggiato alcune parodie Disney come Topolino e la guerra dei mondi (la guerra dei mondi); Paperino "cugino Duck" (la serie tv Hazzard) e Il fantasma di Canterville (Il fantasma di Canterville).

NoteModifica

  1. Vedi la pagina INDUCKS dell'autore
  2. Pagina INDUCKS della storia
  3. L'autentica e originale nuova Saga di PK, Alessandro Sisti - fumettologica.it
  4. Pagina INDUCKS della storia
  5. Statistiche
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.