FANDOM



A 9 secondi dalla fine
Pk - Pikappa 28
Copertina
Informazioni generali storia lunga
Codice Inducks:I PK3 28-1
Sceneggiatura:Michele Foschini
Disegni:
Prima uscita:1 Novembre 2004
Casa editrice:Walt Disney Italia
Lingua:Italiano
Pagine:48
Personaggi storia lunga
Personaggi principali:
Nuovi personaggi introdotti:
Storia breve
Titolo:Indizi
Codice Inducks:I PK3 28-2
Sceneggiatura:Stefano Ambrosio
Disegni:Sergio Cabella
Protagonista:


"Un uomo capace di annoiare un droide. Da non credere."
Lyla, a proposito di Manapul

A 9 secondi dalla fine è un episodio della serie PK - Pikappa, scritto da Michele Foschini, disegnato da vari autori,  e apparso per la prima volta nel novembre 2004, sul numero 28 della rivista omonima.  È composto da tre episodi, ognuno con un personaggio e un disegnatore diverso, collegati da un racconto cornice, tecnica già usata più volte in PKNA.

A 9 secondi dalla fine Modifica

Cornice Modifica

(Disegni di Antonello Dalena)

Tornato alla Ducklair Tower dal suo nuovo lavoro (distributore di elenchi telefonici), Paperino apprende che Uno è stato infettato da un virus. Al computer non restano che sei ore di vita, a meno che non si riesca a trasferirne provvisoriamente la memoria su un altro supporto. Per portare a termine l’operazione, però, occorrono materiali e strumenti non facili da trovare.

Dall’altra parte della galassia Modifica

(Disegni di Marco Gervasio)

Seguendo le indicazioni del suo collega guardiano Volkin, PK si reca col teletrasporto sul satellite minerario Kerhem 4, dove è in atto una rivolta contro il viceré Khorlum. A nome dei guardiani della galassia, PK depone il tiranno e proclama la repubblica; come ricompensa, i ribelli gli fanno dono dei densilicati stabili su cui trasferire la memoria di Uno.

Missione segreta Modifica

(Disegni di Giovanni Rigano)

Lyla Lay si reca, travestita,  nella sede della Robolab, ufficialmente per intervistare uno scienziato, il pedante dottor Manapul, in realtà alla ricerca del tempornium, un rarissimo metalloide contenuto nel laboratorio. La droide si impadronisce della sostanza, lasciandola solidificare intorno al suo braccio, e poi, dopo uno scontro con Birgit Q e la sicurezza della Robolab, fugge dall’azienda con uno spettacolare salto dalla finestra.

Oggetti smarriti Modifica

(Disegni di Nicola Tosolini)

Lyo cerca nei depositi della Century, dove conserva i ricordi della sua gioventù, l’elmetto appartenuto all’eroe Super Electron. Fra le casse di cimeli, però, si trova anche il robot Steamvolver, contro di cui Lyo e il suo mentore Destroyer Duck dovettero combattere in passato, e che è intenzionato a riprendere la battaglia di tanti anni prima. Lyo riuscirà a sconfiggerlo definitivamente, grazie alle potenzialità del suo nuovo corpo meccanico.

Nell’epilogo, PK, Lyla e Lyo, sfruttando i densilicati, il tempornium e l’elmetto, costruiscono il nuovo supporto per Uno. Il computer, dopo qualche esitazione per la procedura fuori dalle regole, acconsente a trasferire la sua memoria, appena in tempo prima di essere cancellato.

Storia breve – Indizi Modifica

(Scritto da Stefano Ambrosio, disegnato da Sergio Cabella)

Anni fa, in Nuova Zelanda. Angus Fangus (ancora un ragazzino, ma già con la vocazione del giornalista) incontrò un esploratore evroniano nascosto dietro l’aspetto di un gioviale benzinaio. Oggi, a Paperopoli, ricordando un piccolo particolare di quel lontano incontro, Angus aiuta PK a smascherare degli evroniani camuffati da poliziotti.

Curiosità Modifica

  • Nella storia lunga, la tavola panoramica col titolo non è messa, come di consueto, all’inizio ma nella penultima pagina.
  • La storia breve, non troppo divertente, ha però un’interessante impostazione in parallelo: il flash-back è raccontato nella parte superiore della tavola, il presente in quella inferiore e, in mezzo, c’è una piccola striscia con un estratto dal blog di Angus Fangus.



I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.